Scegli la lingua Italiano Inglese Seguici sui social network Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Izi.travel Tripadvisor Iscriviti alla newsletter Iscriviti alla newsletter

Clarisse Arte - Grosseto - Grosseto e la pianura



Indirizzo

Via Vinzaglio, 27 -

Il museo

Il museo
​Clarisse Arte occupa il primo piano dell'edificio dell'ex convento delle Clarisse a Grosseto.
Definito come la “pinacoteca comunale d'arte moderna” di Grosseto, il centro Clarisse Arte è in realtà molto di più: è un cantiere multidisciplinare che, oltre a custodire ed esporre una collezione permanente d'arte, promuove mostre, residenze di artisti, laboratori didattici, di formazione, informazione e promozione. Clarisse Arte, gestito dalla Fondazione Grosseto Cultura, è quindi una struttura vitale che non si limita a costituire un luogo di conservazione e celebrazione del passato ma, dialogando e interagendo con altre componenti culturali cittadine – a partire dalle realtà ospitate negli altri spazi dell'edificio delle Clarisse (Museo Lab e Collezione Ferretti) – vuole definire uno spazio propositivo di elaborazione culturale, un centro polivalente di attività intellettuali in diretto contatto con la rete più ampia dei musei, delle biblioteche, dei circuiti artistici nazionali e internazionali.
Clarisse Arte si articola in quattro sezioni:
1. un grande e prestigioso spazio espositivo (la Galleria) riservato a mostre temporanee;
2. un Centro di Documentazione per le Arti Visive (CEDAV) che comprende una Biblioteca specializzata in arte locale, un archivio degli artisti maremmani, un catalogo generale delle opere d'arte comunali che permette di monitorarne l'ubicazione e lo stato di conservazione;
3. una mediateca; grazie all'accordo con Fondazione Sistema Toscana, la mediateca di Clarisse Arte permette di avere accesso all'intero archivio digitale di Mediateca Toscana.
4. un deposito, liberamente consultabile dal pubblico, di opere d'arte selezionate dalle collezioni dell'amministrazione comunale e provinciale;
Tra le opere in deposito, un primo nucleo tematico è individuabile intorno alla tematica “La ricerca sul territorio: le origini” (opere di Aldi, Pascucci, Vagaggini, Capezzuoli, Rosignoli...). Un secondo nucleo è intitolato a “I maestri del realismo” e include opere di Levi, Treccani, Grazzini, Guerricchio, Mirabella, Guccione... e artisti che hanno elaborato una traduzione specificatamente locale della tendenza realista (Gentili, Dominici, Faccendi).
In questo nucleo emerge un importante corpus di 145 opere relative alla produzione grafica di Tono Zancanaro. Poi, seguendo un percorso cronologico, le opere afferenti alle donazioni private: il nucleo della donazione Tarquini (2016), che comprende opere di Antonio Bueno, Renato Guttuso, Tano Festa, Mino Maccari e Mario Schifano, e il nucleo del lascito Sbrilli (2011), ancora in fase di studio e verifica delle autentiche. Infine, opere eterogenee classificate nella sezione “Altri sogni” (Novelli, Vespignani, Bonaldi, Ferretti...) e il nucleo individuabile nel lascito Celtracon – mostra Internazionale d'Arte a Grosseto (1996), che può essere dedicato alle “Ricerche degli anni Novanta” (Spoerri, Bendini, Cremaschi, Fioroni, Isgrò, Nanni, Patella, Trubbiani...).
Le opere esposte sono in gran parte dipinti, ma sono presenti anche un nucleo significativo di preziose opere calcografiche (Novelli, Vespignani, Zancanaro) e di sculture in ceramica (Bonaldi, Aspinall, Okai) e gesso (Niki de Saint Phalle).
L'edificio
Il nucleo principale del Convento delle Clarisse di Grosseto, articolato su tre piani con una piccola ma splendida corte interna, fu costruito nel Seicento. Abbandonato dalla religiose sul finire del Settecento, l'edificio ha attraversato due secoli di storia (fu anche accorpato al vecchio Ospedale della Misericordia) che l'hanno condotto progressivamente al degrado. Ha ospitato appartamenti e studi di pittori fino a quando, nel 1995, è diventata di proprietà comunale. Con l'inizio del nuovo secolo sono iniziati gli interventi di restauro. Negli ultimi anni, il complesso è stato utilizzato come sede provvisoria del corso di Archeologia della sede distaccata dell'Università di Siena a Grosseto. Oggi, il palazzo delle Clarisse si candida a diventare un polo culturale cittadino vivo e dinamico, che guarda al futuro raccontando la sua storia: la struttura architettonica non è stata alterata e gli ambienti espositivi o gli uffici sono stati ricavati nelle precedenti aule universitarie e, in qualche caso, nelle stanze di medici e infermieri in servizio nel vecchio ospedale. ​

Attività

Clarisse Arte organizza ogni anno corsi di sensibilizzazione all'arte contemporanea, al cinema, alla fotografia e ad altre discipline artistiche.
La sezione didattica di Clarisse Arte prevede una serie di laboratori interattivi e visite tematiche create per soddisfare le esigenze delle scuole primarie e secondarie.
Per partecipare è necessario prenotarsi telefonando al numero 0564/453128 e chiedendo di Marta o Claudia.
​Per informazioni e richieste: clarissearte@fondazionegrossetocultura.it.

Servizi

Visite guidate: possibilità di visita guidata all'interno di Clarisse Arte da parte del personale del "Servizio d' accoglienza".
Per poter usufruire di tale servizio è necessaria la prenotazione.
Per informazioni: 0564/488547 o clarissearte@fondazionegrossetocultura.it.
Possibilità di consultare la Biblioteca specializzata in arte locale, l'archivio degli artisti maremmani, il catalogo generale delle opere d'arte comunali.
Per informazioni: 0564/488547 o clarissearte@fondazionegrossetocultura.it.
Possibilità di consultare l'Archivio Digitale di Mediateca Toscana.
​Per informazioni: 0564/453128 o clarissearte@fondazionegrossetocultura.it.

Bookshop

Accessibilità diversamente abili

Accessibile

Orario

Gli orari sono soggetti a variazioni.
Quando non sono allestite mostre temporanee gli uffici, la biblioteca, l'archivio e la mediateca sono aperti solo su appuntamento, scrivendo a clarissearte@fondazionegrossetocultura.it o telefonando al numero 0564/488547.

Prezzo

Ingresso gratuito

Contatti

Direttore: Mauro Papa
Info e prenotazioni: 0564 453128     0564 488547
Email: clarissearte@fondazionegrossetocultura.it
Web: www.clarissearte.it

Mappa


Photogallery





scarica la versione pdf scarica la versione pdf

« indietro