Scegli la lingua Italiano Inglese Seguici sui social network Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Izi.travel Tripadvisor Iscriviti alla newsletter Iscriviti alla newsletter

Il Monte Amiata

Il Monte Amiata non possiede grandi musei, ma una rete di piccole e piccolissime realtà espositive diffuse sul territorio.

La Comunità Montana ""Amiata Grossetano"", per ovviare ai problemi di gestione e allo stesso tempo per valorizzare i musei dispersi nel territorio, ha dato il via al Sistema Museale Amiata, parte del progetto Ecomuseo dell'Amiata Grossetano.

Nel territorio dell'Amiata l'identità museale specifica del sistema è data dal connubio dei valori ambientali e paesaggistici con quelli relativi all'espressione artistica, storico-artistica e culturale.

La necessaria organizzazione delle diversità ha portato a raggruppare in tre aree i presidi museali dandogli connotazione di: carattere storico e storico-artistico (Centro Studi David Lazzaretti ad Arcidosso e la Raccolta d'arte di Palazzo Nerucci a Castel del Piano) demoetnoantropologico e naturalistico (Casa Museo di Monticello Amiata – Cinigiano, Museo Etnografico di Santa Caterina – Roccalbegna, Museo delle Miniere di Mercurio del Monte Amiata a Santa Fiora, Museo della Vite e del Vino di Montenero d'Orcia – Castel del Piano) e presidi ambientali (Centro Visite del Parco Faunistico ad Arcidosso).



I musei del Monte Amiata