Scegli la lingua Italiano Inglese Seguici sui social network Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Izi.travel Musei superabili Musei superabili Da Museo a Museo Da Museo a Museo Resta in contatto con noi Resta in contatto con noi

Ecco la formazione online per gli operatori museali e turistici

Ecco la formazione online per gli operatori museali e turistici



dal 03/11/2020 al 10/12/2020


La Rete Musei di Maremma in collaborazione con il Parco Nazionale delle Colline Metallifere, ha affidato alla cooperativa Le Orme la realizzazione di un programma di formazione online per gli operatori museali e turistici con l'obiettivo di spiegare come utilizzare la nuova piattaforma web sugli eventi e migliorare l'accoglienza e la conoscenza dei 50 tra musei, aree archeologiche e spazi espositivi che fanno parte della rete museale. “Le attività di formazione, da sempre portate avanti dalla rete – spiega Irene Lauretti presidente Musei di Maremma – erano in programma a marzo con dei corsi in presenza. Il lockdown ci ha portati a rimodulare le modalità di fruizione ma gli obiettivi e le nostre finalità non vengono meno nonostante la situazione e il mutare delle esigenze. E' quindi previsto un calendario di incontri – prosegue - che prevede l'aggiornamento della professionalità degli operatori. Lo scopo è quello di far acquisire e perfezionare le competenze necessarie per operare in presenza e a distanza in modo efficace e coinvolgente”.  

Gli incontri formativi si svolgeranno con il sistema di videoconferenza GoToMeeting e agli operatori è già stato spedito un invito via mail. Chi non lo ha ricevuto può però fare richiesta scrivendo alla mail museidimaremma@gmail.com. Le prime tre giornate di aggiornamento, una per ogni ambito turistico per evitare di avere troppi iscritti in una sola giornata, ma chi non può collegarsi in una giornata potrà iscriversi in un’altra, saranno dedicate alla nuova piattaforma informatica creata per la promozione degli eventi e gestita per la rete dal Sistema Museale dell'Amiata. Il primo incontro si svolgerà lunedì 9 novembre per l'Ambito Turistico Maremma Nord, il secondo mercoledì 11 per l'Ambito Turistico Sud e il terzo venerdì 13 per l'Ambito Turistico Amiata, tutti e tre con orario dalle 9.30 alle 12. Il nuovo gestionale web per gli eventi è collegato al sito web della rete www.museidimaremma.it e si possono trovare tutte le informazioni per ogni singolo evento in programma nei musei ma permette anche lo scambio in tempo reale di tutte le informazioni tra un museo e l’altro e con diversi livelli di accesso.

 In questo modo si possono condividere i calendari i calendari evitando sovrapposizioni. Inoltre tutte queste informazioni saranno accessibili anche per gli uffici turistici e nelle strutture ricettive. Altre tre giornate di aggiornamento online saranno invece dedicate ai musei: i vari direttori divisi per area, spiegheranno brevemente il loro museo; dalle informazioni di contatto ai percorsi espositivi fino alle attività. Una spiegazione che deve soddisfare in modo semplice ma efficace le ipotetiche richieste di un visitatore agli operatori museali o turistici. Gli incontri con i direttori avranno questo programma: mercoledì 18 novembre interverranno quelli dei musei dell'Ambito Nord, mercoledì 25 novembre quelli dell'Ambito Sud e mercoledì 2 dicembre quelli dell'Ambito Amiata, sempre dalle 9.30 alle 12.

Infine l'ultima videoconferenza, più specificatamente dedicata agli operatori museali, sarà organizzata dalla Fondazione Polo Universitario Grossetano con il gruppo di lavoro Vietato non Toccare, Dipartimento di Scienze Storiche e dei beni culturali dell'Università di Siena, e si svolgerà giovedì 10 dicembre dalle 9.30 alle ore 12 con il titolo “Vietato non toccare: storie di accessibilità universale per l’arte, l’archeologia e l’ambiente”. Questa proposta formativa è a cura di Stefania Poesini con l'introduzione di Lucia Sarti, Vietato Non Toccare, Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali dell'Università di Siena. L'intervento intende mettere in luce alcuni punti nodali sull'accessibilità come il superamento delle barriere architettoniche, percettive e culturali, con particolare attenzione ai diversi tipi di pubblico con proposte di comunicazione e di allestimenti (musei e parchi). Verrà poi raccontata la ventennale esperienza del gruppo di lavoro Vietato non Toccare che, in seno all'Università di Siena, si è adoperato per rendere la cultura come un diritto di tutti, attraverso azioni formative, buone pratiche, progettazione multisensoriale. Tutti gli incontri saranno registrati e poi messi online secondo un calendario da stabilire. Coloro che parteciperanno in diretta riceveranno un attestato di partecipazione.