Scegli la lingua Italiano Inglese Seguici sui social network Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Izi.travel Musei superabili Musei superabili Da Museo a Museo Da Museo a Museo Resta in contatto con noi Resta in contatto con noi

Scatti sul Mondo. La mostra di Riccardo Zipoli “Confini di passaggio”

Scatti sul Mondo. La mostra di Riccardo Zipoli “Confini di passaggio”



dal 12/09/2019 al 06/01/2020


A Massa Marittima al Complesso Museale di San Pietro all'Orto, Corso Diaz 36, fino al  3 novembre si può visitare la mostra di Riccardo Zipoli dal titolo “Confini di passaggio. Trenta fotografie ( 1972 - 2017)”.  Una serie di fotografie che vengono proposte come tessere possibili di un ricco e suggestivo mosaico cercando di offrire un quadro rappresentativo dei soggetti e delle modalità fotografiche seguite nel corso degli anni da Zipoli ma ponendo anche cura a mostrare, di ogni paese, un tratto che a lui è parso distintivo. Si tratta di scatti realizzati dall'artista in vari paesi come: Argentina, Brasile, Canada, Cile, Croazia, Cuba, Equador, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Groenlandia, Iran, Irlanda, Italia, Lettonia, Libia, Marocco, Messico, Mongolia, Oman, Russia, Scozia, Slovacchia, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Tunisia, USA, Yemen. La mostra è stata esposta inizialmente a Lignano Sabbiedoro (Ud) in occasione del Premio Hemingway 2019 vinto proprio da Riccardo Zipoli con il libro “In Domo Foscari. Memorie e immagini di un ateneo”.

Zipoli infatti, ha insegnato lingua e letteratura persiana all’Università Ca’ Foscari di Venezia ma nello stesso tempo ha portato avanti una intensa attività di fotografo con all'attivo mostre esposte in Italia e all'estero. Inoltre ha già collaborato con Massa Marittima in passato realizzando il progetto triennale "La trilogia dello sguardo" che ha coinvolto in un triennio una settantina di ragazzi delle scuole medie in un percorso di osservazione della realtà che ha portato alla realizzazione di tre esposizioni. “Mi sono ritrovato a svolgere l’attività di fotografo quasi senza accorgermene – spiega Zipoli -, la mia formazione in campo fotografico è infatti sovrapposta con quella di iranista: ho realizzato i primi scatti stimolato dal desiderio di raffigurare quel bellissimo paese, poi la situazione è andata evolvendosi. I modelli paesaggistici dell’Iran hanno perduto il loro primato originale e il mio modo di fotografare ha cambiato prospettiva. Ho iniziato a esercitare una maggiore inventiva nei confronti non solo dei soggetti ma anche delle tecniche di ripresa, di elaborazione e di stampa”.
Info: https://www.turismomassamarittima.it/musei/

Eventi