Scegli la lingua Italiano Inglese Seguici sui social network Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Izi.travel Musei superabili Musei superabili Da Museo a Museo Da Museo a Museo Resta in contatto con noi Resta in contatto con noi

Le sculture di Alberto Inglesi nel centro storico di Grosseto

Le sculture di Alberto Inglesi nel centro storico di Grosseto



dal 04/07/2020 al 05/08/2020


Donna in cammino di Alberto Inglesi è una mostra diffusa nel centro storico di Grosseto che sarà esposta fino al 5 agosto 2020. Si tratta di 14 sculture posizionate da piazza Dante a piazza Duomo, da piazza Socci a piazza Baccarini, fino a via Manin. La mostra è organizzata organizzata dal Polo culturale Le Clarisse di Fondazione Grosseto Cultura con il Comune di Grosseto. Alberto Inglesi nato a Grosseto nel 1952 e da sempre vive e lavora a Siena, distinguendosi per la capacità artistica di trasformazione della materia: espone in Italia e all’estero in mostre personali e collettive.

"La mostra Donna in cammino - spiega l'artista – è un evento che va a coronare il mio rapporto con un luogo particolarmente significativo: oltre ad essere la mia città natale, il capoluogo maremmano è fortemente legato al mio maestro, Plinio Tammaro, che proprio qui fondò l'istituto d'arte che prima si chiamava “Pietro Aldi” e che attualmente è il Polo Bianciardi, proprio perché amava il territorio grossetano e desiderava colmare la mancanza di un punto di riferimento per la formazione professionale dei giovani artisti”.   Fra i “seguaci” di Plinio Tammaro, infatti, Alberto Inglesi è l'artista che più di tutti ne ripropone gli insegnamenti.

”Donna in cammino – conferma David Tammaro, il figlio di Plinio Tammaro – è un ciclo di importanti mostre itineranti e diffuse che impegna, in un canto corale, più luoghi urbani di un’intera città. Inglesi è un modiglianista, un raro artista che ha colto la lezione di Modigliani: pur conoscendo ogni linguaggio artistico contemporaneo, non ne ha abbracciato uno ma ha sviluppato un linguaggio più eterno e universale, originale, che nasce e si sviluppa in lui, con elementi universali ed eterni che si mescolano e forgiano un’arte nuova. Le sue sculture narrano un mondo in continuo divenire, carico di segni, simboli, forme classiche eppure straordinariamente contemporanee e innovative. Ad esempio l'angelo, tema fondamentale, portatore di notizia e di novità". 

Le sculture sono esposte lungo un itinerario concertato tra l'artista e il Comune di Grosseto, proprio per far vivere le opere nello spazio urbano e consentire la partecipazione di chi le ammira. Tra le opere più significative troviamo Annunciazione (un bronzo del 1992), Dafne (1996, in bronzo e marmo), Situazione di donna (1988, in bronzo), Largo gesto (1998, in acciaio, bronzo e marmo), Attesa (1998, in marmo, bronzo e acciaio) e un'altra opera dedicata all'Annunciazione (1995, in bronzo).
Info: www.clarissegrosseto.it, promozione@fondazionegrossetocultura.it, tel. 0564 488067 – 069 – 547, FB: Polo culturale Le Clarisse – Grosseto