Scegli la lingua Italiano Inglese Seguici sui social network Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Izi.travel Tripadvisor Scarica l'app Scarica l'app Scarica l'app Iscriviti alla newsletter Iscriviti alla newsletter

Marsiliana D'Albegna



La mostra nasce dall’esigenza di presentare i risultati del Progetto “Caratteri insediativi e architettura funeraria a Marsiliana d’Albegna ”, avviato dal 2002 a cura del Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Siena, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia della Toscana. Il Progetto ha avuto inizio alla fine del 2002 per l’indagine dell’importante quanto poco conosciuto centro etrusco di Marsiliana d’Albegna.

I risultati ottenuti sono molto rilevanti: materiali della fine dell’età del Bronzo, della tarda età del Ferro e della fase Orientalizzante/Arcaica.

La mostra consentirà finalmente di presentare al pubblico gli importanti risultati di più di un decennio di ricerche condotte a Marsiliana e offrirà alle istituzioni museali la possibilità di acquisire in esposizione permanente i corredi già restaurati delle sepolture e una selezione dei reperti più significativi.

Il progetto coinvolgerà quattro sedi: Grosseto, Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, Manciano, Museo di Preistoria e di Protostoria della Valle del Fiora, Marsiliana d’Albegna, località Dispensa, Sala del Frantoio, Scansano, Museo Civico Archeologico e della Vite e del Vino.


Grosseto, Museo Archeologico e d’Arte della Maremma: “Tombe a tumulo da Perazzeta e Macchiabuia”
​Il Museo di Grosseto accoglierà un focus sulle principali necropoli e sull’abitato di epoca orientalizzante di Marsiliana: corredi inediti dalle necropoli di Macchiabuia, materiali provenienti dall’abitato di Poggio del Castello, il Tumulo Brizzi 1 di Piani di Perazzeta.

La mostra prevede l'esposizione delle Tombe a tumulo da Perazzeta e Macchiabuia. Si tratta di un focus sulle principali necropoli e sull’abitato di epoca orientalizzante di Marsiliana: nelle due sale al piano terra saranno esposti da una parte alcuni importanti corredi inediti dalle necropoli di Macchiabuia (tombe 1, 2, 4, 5, 6), nonché parte dei materiali provenienti dall’abitato di Poggio del Castello, dall’altra il Tumulo Brizzi 1 di Piani di Perazzeta.

Nell’esposizione sono presenti anche i corredi delle tombe X e XI dagli scavi di Tommaso Corsini a Banditella del Museo Archeologico Nazionale di Firenze.
Sono poi presenti nella mostra alcuni aspetti scenografici e ricostruttivi che saranno certamente apprezzati dal pubblico:

• una ricostruzione antropologica di un inumato dalla necropoli di Macchiabuia (tomba 6), effettuata da Stefano Ricci, antropologo presso il Settore Ricerca del Dipartimento di Scienze Fisiche della Terra e dell’Ambiente dell’Università degli Studi di Siena, e da Floriano Cavanna della Associazione Arkè;

• la ricostruzione in scala reale della fossa sepolcrale del Tumulo Brizzi 1, con la disposizione al suo interno del corredo e di una sezione del tumulo che restituisce, un’idea della volumetria originale, realizzata con una scenografia mobile dalla coop archeologica ARA di Monteriggioni. La visita alla mostra sarà accompagnata dalla proiezione di filmati degli scavi più recenti e di immagini d'epoca di Marsiliana e delle ricerche del Principe Corsini.

Nelle sere di giovedi 28 luglio, giovedi 4 e 25 agosto sono previste aperture straordinarie notturne durante le quali alle 21,15 i protagonisti della ricerca racconteranno e approfondiranno i temi della mostra.


Orari:

Fino al 30 settembre 2016

dal martedi al venerdì: 10,00 - 18,00

sabato, domenica e festivi: 10,00 - 13,00 / 17,00 - 20,00

dal 1 ottobre 2016 al 31 gennaio 2017

dal martedì al venerdì: 9,00 - 14,00

sabato, domenica e festivi: 10,00 - 13,00 / 16,00 - 19,00

La mostra si visita con il biglietto del Museo ​


Scansano, Museo Civico Archeologico e della Vite e del Vino: “Marsiliana e la frontiera di Vulci”

Il Museo di Scansano accoglierà un percorso espositivo incentrato sul tema della frontiera nord-occidentale di Vulci.


Marsiliana, Località Dispensa, Sala del Frantoio: “Tommaso Corsini, archeologo in Maremma”

​Nella sala del Frantoio sarà allestita una mostra dedicata alla storia della Tenuta Corsini e, più in particolare, al principe Tommaso, figura di assoluto rilievo dell’archeologia post-unitaria a Marsiliana. Verranno così presentati, mediante supporti audiovisivi e pannelli, i risultati delle ricerche condotte da alcuni laureati dell’Ateneo senese nell’Archivio Corsini a Firenze, che hanno consentito di recuperare un’importante mole di documenti e un vasto repertorio fotografico inerenti le attività di Tommaso, la storia della Tenuta Marsiliana e, più in generale, della Maremma; una particolare attenzione sarà inoltre dedicata al rapporto tra il principe Corsini e il pittore Giovanni Fattori, che fu a più riprese ospite della Tenuta. Sarà inoltre allestito un percorso di visita che interesserà l’area del borgo Corsini, con particolare riferimento ai numerosi reimpieghi di materiale lapideo dalla villa romana della Banditella nei giardini e nelle strutture del complesso, nonché la Casa delle Anfore a Poggio Alto.

Orari:

Dal 1 settembre al 31 gennaio 2017

Visita su prenotazione al contatto Tenuta Corsini, dir. +39 0564-606385; cell. +39 339-5661326

9:00 - 13:00 tutti i giorni escluso il giovedì e la domenica


Manciano, Museo di Preistoria e Protostoria della Valle del Fiora: “Le origini di Marsiliana e la Casa delle Anfore”

Due sale del Museo saranno dedicate alla nascita e allo sviluppo dell’abitato e del suo contesto territoriale, dalla fine dell’età del Bronzo al tardo arcaismo. In particolare, il progetto espositivo prevede una ricostruzione in scala di un settore del portico frontale della Casa delle Anfore, più una selezione dei reperti più significativi, e una presentazione dell’abitato del Bronzo Finale di Poggio del Castello, con una selezione dei principali reperti e la predisposizione di un plastico esibente i principali caratteri topografici documentati sul centro di Marsiliana. Manciano, Museo di Preistoria e Protostoria della Valle del Fiora: “Le origini di Marsiliana e la Casa delle Anfore” Due sale del Museo saranno dedicate alla nascita e allo sviluppo dell’abitato e del suo contesto territoriale, dalla fine dell’età del Bronzo al tardo arcaismo. In particolare, il progetto espositivo prevede una ricostruzione in scala di un settore del portico frontale della Casa delle Anfore, più una selezione dei reperti più significativi, e una presentazione dell’abitato del Bronzo Finale di Poggio del Castello, con una selezione dei principali reperti e la predisposizione di un plastico esibente i principali caratteri topografici documentati sul centro di Marsiliana.

Orari:

1 Agosto - 15 Settembre

10:30 - 13:00/17:00 - 20:30

16 Settembre - 31 Gennaio

10:30 - 13:00/15:30 - 19:00