Scegli la lingua Italiano Inglese Seguici sui social network Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Izi.travel Tripadvisor Iscriviti alla newsletter Iscriviti alla newsletter

Giornate FAI Autunno - Grosseto





sabato 14 ottobre 2017


Giornate FAI d'Autunno - Le mura dentro: viaggio nelle architetture che non si vedono Domenica 15 ottobre 3.500 volontari del FAI ti aspettano in 185 città di tutta Italia con 170 itinerari tematici che ti guideranno alla scoperta di palazzi, chiese, castelli, giardini, teatri, architetture industriali, antichi borghi e quartieri cittadini. Una grande festa di piazza dedicata ai beni culturali che è un’occasione unica per visitare luoghi solitamente chiusi al pubblico e guardare con occhi diversi il volto delle nostre città.
Bastione Maiano, apertura a cura della DELEGAZIONE GROSSETO, orario 10:00 - 13:00 / 15:00 - 18:00. Contributo a partire da 3 Euro.
Bastione del Maiano detto dell’Arme o delle Palle per via dello stemma araldico mediceo e per le garitte utilizzate come magazzini di polveri da spari fu il primo dei sei ad essere costruito (1566) e conserva nella zona delle cannoniere e piazze basse la struttura originaria cinquecentesca,quindi tutta la serie di cunicoli e gallerie utilizzate per gli spostamenti di armi e uomini. Nel caso specifico le cannoniere sono collegate tra loro da una galleria sotterranea con volte a botte che ritroviamo solo nel Bastione del Molino a Vento. La parte all’aperto del bastione fu prima riadattata a pubblici giardini tra il 1833-40 per volere del granduca Leopoldo II, poi, tra il 1870 e il 1872, fu destinata ad accogliere il serbatoio dell’acqua, il cosiddetto deposito del Maiano, costruito per conservare l’acqua del torrente Maiano fatta arrivare a Grosseto per affrancare i cittadini dall’uso di acque dei pozzi.
Bastione Fortezza, apertura a cura della DELEGAZIONE GROSSETO, orario 10:00 - 13:00 / 15:00 - 18:00. Contributo a partire da 3 Euro.
Il Bastione Fortezza, costruito nel 1593 come struttura difensiva con specifiche caratteristiche balistiche,era destinatato ad accogliere la guarnigione militare di stanza a Grosseto. E’ l’unico ad avere due bastioni rivolti verso il centro cittadino (della Vittoria e di Santa Lucia), per contrastare sommosse cittadine. Superato il ponte levatoio e il portone,con lo stemma mediceo e l’epigrafe dedicata al Granduca Ferdinando I, attraverso due rampe di pietra si raggiunge la Piazza d’Armi con gli ingressi per le piazze basse e casematte parti fondamentali del funzionamento della “macchina da guerra”. Le piazze basse ospitavano ciascuna due cannoni che venivano posizionati nelle grandi feritoie tuttora visibili. La piazza bassa era una postazione non vista per artiglierie, ricavata entro le mura, vicina alla cortina attigua per permettere il tiro difensivo radente che risultava incrociato di fronte alle cortine, provenendo da due piazze basse opposte. Visite guidate a cura di volontari FAI.
​PER INFORMAZIONI: DELEGAZIONEFAI.GROSSETO@FONDOAMBIENTE.IT

Eventi

Musei di Maremma