Scegli la lingua Italiano Inglese Seguici sui social network Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Izi.travel Tripadvisor Scarica l'app Scarica l'app Scarica l'app Iscriviti alla newsletter Iscriviti alla newsletter

La costa d'argento

Fra i musei della fascia costiera meridionale della Provincia di Grosseto emerge il tema del mare, sviluppato in un ottica non solo ambientale, ma anche archeologica e storica e delle tradizioni locali.

La Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano ospita la documentazione archeologica di provenienza sottomarina recuperata casualmente o attraverso scavi regolari nei fondali compresi fra la costa e le isole di Giglio e Giannutri; alla fauna marina e lagunare sono dedicati i due acquari di Porto Santo Stefano e di Talamone.

Alle tradizioni della pesca sono dedicati spazi nella Fortezza Spagnola (sala dei Maestri d'Ascia) e nei due Acquari.

Un altro elemento di forza dell'offerta museale di questa zona è la componente archeologica, anche se attualmente non è ancora del tutto fruibile. Esterna al sistema dei Musei della Maremma è l'area archeologica dell'antica città di Cosa- Ansedonia con il suo museo, di proprietà e gestione statale.

Il secondo polo museale archeologico è poi quello orbetellano, dove sono visitabili il Museo Civico nella nuova sede della Polveriera Guzman e la mostra permanente del Frontone di Talamone, uno dei monumenti etruschi più noti di questa parte dell'antica Etruria.

Un museo di natura diversa, dedicato alla storia contemporanea del territorio, è infine il Museo della Cultura Contadina di Albinia di recentissima realizzazione.



I musei della Costa d'Argento