Scegli la lingua Italiano Inglese Seguici sui social network Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Izi.travel Tripadvisor Scarica l'app Scarica l'app Scarica l'app Iscriviti alla newsletter Iscriviti alla newsletter

Acquedotto mediceo



La maestosità e l’affascinante bellezza dei due grandi archi dell’Acquedotto, rendono unico il paesaggio del piccolo borgo di Pitigliano.
La costruzione di questa grande opera idraulica, su progetto di Antonio da San Gallo il Giovane, iniziò con i Conti Orsini e terminò durante il periodo de’ Medici nel 1639.
L’acqua, raccolta alle sorgenti del fiume Meleta, era convogliata fino alla fontana di Piazza della Repubblica.
L’aspetto che osserviamo oggi è il frutto della trasformazione urbanistica iniziata con la famiglia dei Lorena nel 1845, dedicato al collegamento del centro storico con la parte nuova del paese.
​Un lavoro che portò all’abbattimento di parte delle mura e dello sperone della torre per favorire la costruzione del viadotto, oggi Via Cavour, che costeggia i tredici archetti appoggiati ai due più grandi che si innalzano dalla sottostante cinta muraria medievale.

Photogallery